Progetto
Nome Progetto: 
Impronta Nutrizionale
Descrizione progetto: 

La Direzione aziendale della C.D.A. con il progetto IMPRONTA NUTRIZIONALE ha cercato di rinnovare la consapevolezza aziendale sul proprio ruolo nell’ambito del contrasto a sovrappeso e obesità quali cause di aumentato rischio di insorgenza di malattie croniche.

La scelta di un impegno in questo ambito ben si raccorda con il principio di materialità previsto dalle linee guida della Global Reporting Initiative, in quanto connette le preoccupazioni aziendali (domanda alimentare in evoluzione e nicchie di consumo da esplorare) a quelle sociali (conseguenze associate a obesità e sovrappeso sono ormai note anche in termini di impatto di salute e conseguente spesa sanitaria connessa alle malattie croniche quali il diabete, malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro).

In quest’ottica sono stati profilati e categorizzati i prodotti alimentari distribuiti dalla C.D.A. e costruiti gli indicatori di prodotto proposti dal Global Reporting Initiative (GRI) per il settore alimentare, che C.D.A. ha illustrato nel proprio Report di Sostenibilità e Bilancio Sociale.

La C.D.A. ha inoltre inteso con questo progetto, dedicare uno spazio particolare nell’approfondire quelli che tra gli indicatori rivestono un ruolo (considerato “core”) nell’orientare l’azienda all’attuazione della propria politica di miglioramento degli alimenti, in relazione alla salute dei consumatori.

Lo stesso GRI nell’illustrare la rilevanza di questi indicatori, coglie l’occasione per sottolineare come l’obesità risulti epidemica, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, a livello planetario, sostenuta dall’aumento nel consumo di alimenti ad alto contenuto calorico, di grassi o sodio e/o zuccheri aggiunti.

Il progetto ha pertanto affrontato anche una fase in cui è stato possibile approfondire e sviluppare gli  indicatori utili a tentare una declinazione dell’argomento in una dimensione più mirata, associabile allo specifico contesto del mercato in cui opera un’azienda di gestione della distribuzione automatica di alimenti come la C.D.A., senza tralasciare possibili e nuove esplorazioni sul binomio salute-mercato.

E’ stata infatti condotta un’analisi della letteratura scientifica in tal senso al fine di creare una cornice epidemiologica generale sull’argomento e sono stati approfonditi alcuni meccanismi di mercato in cui la C.D.A. e i suoi competitor si muovono.

Sono stati pertanto  determinati gli indicatori GRI (FP6 e FP7) che per i prodotti alimentari esprimono le percentuale dei volumi di vendita totali di prodotti di consumo, suddivisi per categoria, con ridotto contenuto di grassi saturi, acidi grassi trans, sodio e zuccheri aggiunti, contenenti ingredienti arricchiti di sostanze nutritive quali fibre, vitamine, minerali, fitochimici o additivi alimentari funzionali.

Dagli indicatori GRI succitati, che costituiscono una prima rappresentazione di come l’azienda si colloca in una prospettiva sociale e di salute dei  prodotti distribuiti, si è passati con un dettaglio maggiore ad individuare, per i prodotti altovendenti di ogni categoria l’apporto in macronutrienti (contributo espresso in Kg, di proteine, carboidrati, zuccheri, grassi, grassi saturi, fibra, sodio) utile ad avviare una migliore identificazione di quelli che in tal senso potrebbero generare gli impatti maggiori in termini di salute pubblica.

Sulle evidenze di queste determinazioni basate sui dati relativi al 2011 sono state effettuate delle sperimentazioni nel corso del 2012, anche in termini di processo decisionale aziendale, sul prodotto “patatine” variando l’offerta dei prodotti distribuiti appartenenti a questa voce e  valutando il risultati in termini di riduzione o aumento dell’apporto di grassi totali e di replicabilità del processo decisionale affrontato.

Azienda
Nome azienda: 
CDA di Cattelan Srl
CDA di Cattelan S.r.l.

Tipologia Azienda:

Indirizzo: 
Degli Artigiani 3/2 33030 Flumignano di Talmassons (UD)
Telefono: 
0432/766853
Fax: 
0432/765863